Cultor College

 

 

 

 

 

 



L'autore: Simon Bray è un fotografo professionista inglese di Manchester.

Foto di Simon Bray
Si è laureato in Musica presso l'Università della sua città, dove ha vinto il "Manchester Student Photographer of the Year" nel 2009.
Motivato da una grande passione per il suo lavoro, si è specializzato nella fotografia musicale, dal vivo e promozionale, ma continua anche ad ampliare il suo portfolio di paesaggi, impegnandosi costantemente ad imparare ed approfondire nuove tecniche.
Attualmente è uno dei tutors della scuola fotografica "Manchester Photographic" e scrive articoli su Phototuts+'autore:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cultor coordina il

Global Cultural Network
che riunisce esperti ed istituzioni internazionali
di tutti i continenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La fotografia

 

Fotografia

 

dei grandi fotografi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un ebook gratuito

primo nella graduatoria di iTunes:

La fotografia spiegata
dai migliori fotografi
:

 

Fotografia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cultor

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo articolo e le immagini relative non possono essere copiate o riprodotte, senza il permesso del titolare del copyright.
'This article and associated images may not be copied or reproduced elsewhere without the copyright holders permission'.
Copyright 2012 © Simon Bray

 

 




Dieci consigli per definire
uno stile fotografico personale

di Simon Bray

 

Così avete speso del tempo a sviluppare tecniche e competenze di ripresa. Avete cercato di capire le impostazioni corrette dell'esposizione, tentando di ottenere ogni volta lo scatto perfetto. Ma a volte, non siete soddisfatti dei risultati e vi sembra che il vostro lavoro non esprima ciò che volete.

Allora come si fa a definire la nostra arte in modo da potersi veramente esprimere come fotografi producendo scatti che siano riconoscibili come nostre realizzazioni?
Bene, ecco alcuni consigli per aiutarvi in questo cammino.

 

Motivi per fotografare
Per iniziare, è necessario stabilire il motivo per cui stiamo scattando fotografie. Molti iniziano con l'intenzione di esprimersi con libertà artistica, ma alla fine ricadono in forme di lavoro commerciali o in quelle pagate meglio.
Non sto dicendo che ci sia qualcosa di sbagliato in questo, tutti dobbiamo guadagnarci la vita, ma se volete esprimervi come fotografi, allora avete bisogno di scoprire che cosa vi appassiona nella fotografia, piuttosto che adattarvi ad impostare un tipo di lavoro predefinito.
Non ci si può sforzare ad essere diversi, ma si deve comprendere che ognuno di noi è un essere umano unico. Tutti noi abbiamo diversi modi di pensare, reagire e apprezzare il mondo intorno a noi. Saranno proprio queste caratteristiche naturali che definiranno il nostro stile fotografico e ci distingueranno dagli altri fotografi.
Non c'è un modo giusto o sbagliato per arrivare a questo e non si tratta di cercare di piacere agli altri attraverso il nostro lavoro, è semplicemente il fatto di stabilire che cosa ci soddisfi come artisti.
Si tratta di libertà di espressione, non di montare uno stampo.

 

SImon Bray

Foto di Simon Bray

 

Ignorare le regole?
Quindi, con questo in mente, è il momento di stabilire come si dovrebbe, in pratica, cercare di conseguire uno stile personale. Spesso in fotografia, siamo indirizzati a soddisfare alcune linee guida, per specifici tipi di lavoro, al fine di ottenere lo scatto perfetto: cose semplici come la messa a fuoco sugli occhi del soggetto ritratto o garantire di avere il soggetto più interessante in primo piano, nelle foto di paesaggi.
Ora, io non sto per dirvi di ignorare tutte le linee guida (preferisco non chiamarle regole in quanto questo suggerirebbe che ci sia un modo giusto e sbagliato per scattare una fotografia), ma vi invito ad evitare di aspirare alla perfezione in una fotografia.
Il vostro lavoro deve essere realizzato dal vostro punto di vista: come vi avvicinate a 'vedere' un soggetto definirà come lo esprimerete.
E' proprio questo che è necessario coltivare al fine di sviluppare uno stile personale, piuttosto che concentrarsi sui libri delle regole: se durante uno scatto sarete impegnati a seguire le regole questo potrebbe ostacolare la vostra creatività e la vostra visione personale. E' importante che vi piaccia quello che state facendo e vi piaccia ciò che state producendo.
Se spendete tutto il vostro tempo semplicemente seguendo tutte le regole, il vostro lavoro, al massimo, risulterà come quello di tutti gli altri!
Uno scatto può essere tecnicamente perfetto, ma esteticamente noioso.

 

Foto di Simon Bray

Foto di Simon Bray

 

Sviluppare uno stile personale
Così ora tocca a voi pensare a ciò che volete esprimere e come volete farlo, il che non è qualcosa che qualcun altro vi possa insegnare.
Avere uno stile personale non significa che dovete essere considerati innovativi, trend setting, o artisti d'avanguardia. Si tratta di trovare voi stessi nel formato prescelto e di esprimervi attraverso quel mezzo.
Ricordate che il vostro stile è il risultato di una serie di scelte circa attrezzature, esperienza personale, come vi avvicinate al lavoro, l'oggetto e l'ambiente in cui si realizzano le vostre foto.
Considerate con quale macchina fotografica vi trovate meglio, che cosa vi entusiasma, in quale campo preferite operare: ad esempio, con uno stile documentaristico o con uno più liberamente artistico e quali sono i soggetti che volete proporre.
Sta a voi di considerare questa combinazione di scelte al fine di sviluppare uno stile che vi rappresenti come fotografo.

 

Foto di Simon Bray Foto di Simon Bray

 

Che cosa fotografare?
Potete elaborare sempre lo stesso soggetto fotografico. Questo va assolutamente bene, ma vorrei che prendeste in considerazione il fatto di scattare foto a qualcosa che vi interessi.
E' molto difficile essere appassionati nel rappresentare qualcosa che vi suscita poco interesse. Quali sono i luoghi dove vi piacerebbe stare?
Una volta che conoscete le risposte a queste domande, è il momento di uscire e provare a catturare queste sensazioni, catturare cosa suscitano in noi, acquisire esperienza. Usate i vostri occhi. Teneteli aperti ed esplorate. Non pensate solo a quello che vi piace fotografare solitamente, siate aperti a rispondere apertamente a ciò che state vedendo.

 

Foto di Simon Bray
Foto di Simon Bray

 

Andare ad esplorare!
Uno dei miei modi preferiti per scattare fotografie è quello di uscire ad esplorare. Guidare in un posto nuovo, parcheggiare l'auto, prendere la mia macchina fotografica e semplicemente passeggiare e scoprire.
Se qualcosa cattura la mia attenzione, è bello dedicarci del tempo per catturarla come la vedo io.
Spesso trovo che esprimo le cose in un modo diverso da come le vedono altre persone. Questo capita quando devono chiedermi di cosa si tratta.
A volte è divertente sfidare le persone e chiedere loro che cosa pensino che sia! Ma per me questo è un aspetto importante del mio lavoro, perché mi conferma che sto esprimendo ciò che mi circonda attraverso i miei occhi e nel mio modo individuale.

 

Foto di Simon Bray
Foto di Simon Bray

 

Provare cose nuove
Ho sempre trovato che c'è tanto da imparare provando qualcosa di nuovo, mettendomi in situazioni nuove, con ambientazioni e soggetti diversi.
E' un ottimo modo per scoprire quanto e cosa ci piace fotografare.
Cercando qualcosa di nuovo, divertendoci e riuscendo a fotografarlo come volevamo darà una spinta enorme alla nostra fiducia.
Se cerco un nuovo scenario fotografico, sono sempre così contento quando riesco a realizzarlo bene. Se mi ispira e, soprattutto, se altre persone sono ispirate anche loro dalle mie fotografie.
Seguite il cuore, non la testa e se vi sentite bene, allora avanti!

 

Foto di Simon Bray
Foto di Simon Bray

 

Ispirazione
E' importante trovare l'ispirazione per migliorare il nostro ambito di applicazione come fotografo e come artista. Ci sono diversi modi per farlo, compreso lo studio del lavoro di altri fotografi, i blog specializzati e guardando le fotografie su libri e riviste specializzati.
Tutte cose facilmente disponibili. Può anche essere utile per trovare ispirazione da altri campi al di fuori della fotografia, come l'arte, la letteratura, la musica o la natura, dipende solo da voi, a seconda di ciò che vi stimola.

Ci sono anche altre opzioni che consentono di fare esperienza e conoscere meglio il mestiere, come frequentare workshop e seminari. Spesso sono estremamente costosi, ma preziosi per trovare un fotografo professionista che potrebbe essere disposto ad agire come un mentore, o semplicemente vi consenta di lavorare come suo assistente.
Non c'è niente che si possa leggere o studiare, che sostituisca l'esperienza che sarete in grado di ottenere lavorando a fianco un professionista.
Se ne avete la possibilità, afferratela!
E' anche importante capire come si impara meglio. Per alcune persone è molto meglio leggere un libro e capire tutti gli aspetti tecnici prima di scattare una fotografia. Mentre altri, come me, saranno molto più inclini a prendere una macchina fotografica, uscire ed iniziare a scattare, facendo prove ed errori per migliorare. Cercate di capire il modo migliore di imparare e usatelo a vostro vantaggio, non sforzatevi di sedervi e leggere per ore se vi piace molto di più essere fuori a scattare foto!

 

Foto di Simon Bray
Foto di Simon Bray

 

Siate i vostri primi critici
Una volta che avete realizzato i vostri scatti, è il momento di valutare il lavoro prodotto ed essere il vostro primo critico. Date un'occhiata a una selezione di scatti e pensate a come avrebbero potuto essere migliori. Quali aspetti del lavoro si potrebbero migliorare? Avete focalizzato un argomento che avevate già notato o vi siete espressi in modo diverso rispetto al solito? Siete soddisfatti del lavoro che avete realizzato?
Dopo aver valutato personalmente il vostro lavoro, avete la possibilità di condividerlo con altri.
Io preferisco sempre condividere i miei scatti, con amici e familiari. Saranno onesti con me e spesso vedranno qualcosa di diverso che io non avevo notato. E' anche utile, perché mostrare il mio lavoro a qualcuno confermerà come mi sento. Indipendentemente da quello che dicono, solo per il fatto di mettermi in discussione, avrò la possibilità di capire se sono soddisfatto di quello che ho fatto oppure no.
Se si ricevono commenti negativi, valutateli e tenete conto, ma non lasciate che definiscano il vostro lavoro futuro. Per qualche ragione, a causa della natura umana, siamo più propensi a ricordare i commenti negativi, piuttosto che quelli positivi.
Ricordate che un'opera d'arte è soggettiva, non è definitiva.

 

Foto di Simon Bray

Foto di Simon Bray

 

Imparate dall'esperienza

Non fatevi scoraggiare se dopo alcuni tentativi vi sembra di non si vedere alcun segno di miglioramento dello stile del vostro lavoro.
Può richiedere molto tempo scoprire dove vi condurrà il cuore ed è quindi importante continuare a scattare fotografie, cercando e trovando ispirazione e perfezionando la vostra prospettiva fotografica. Ricordate che realizzerete sempre più foto da scartare che buone foto, anche i grandi fotografi scattano fotografie da scartare, anche se noi vediamo solo quelle buone, perché gli scatti brutti non vengono mai pubblicati!
Non perdete le occasioni. Ho passato troppo tempo nel passato, rammaricandomi di non aver premuto il pulsante di scatto, pensando che quello che avevo tralasciato avrebbe potuto essere lo scatto perfetto.
E' un pensiero che vi distrarrà per il resto delle riprese. Ricordate: ci saranno sempre altre opportunità. Non abbiate paura di fallire o sbagliare, tutti commettiamo errori e vi garantisco che potrete sempre imparare da loro. Personalmente ho appreso tanto proprio mettendomi in situazioni diverse, attraverso tentativi ed errori.
Ora apprezzo il fatto che vedo il mondo intorno a me in modo diverso proprio a causa del mio approccio alla fotografia, attraverso la cura dei dettagli e lo sviluppo della capacità di vedere i punti di interesse, anche l'illuminazione in una strada vuota, o un'ombra proiettata da un filare di alberi, possono attirare la mia attenzione.

 

Foto di Simon Bray
Foto di Simon Bray

 

Trovate voi stessi

C'è una citazione di Ansel Adams che mi sembra molto pertinente: "Il lavoro di ogni uomo rispecchia sempre la sua personalità".
Per me, queste parole riassumono quello che sto cercando di esprimere in questo articolo. È necessario lasciare che il vostro lavoro sia espressione di voi stessi, delle vostre passioni, del vostro entusiasmo e di tutto ciò che vi coinvolge nel mondo. Adams fa anche notare che inevitabilmente, qualunque lavoro facciamo, sarà sempre influenzato dalle esperienze e dall'ambiente che ci circonda. Si può pensare che, in situazioni professionali, il vostro lavoro dovrà soddisfare i criteri stabiliti dal cliente. Ma in realtà, il nostro stile e la nostra personalità influenzeranno sempre il lavoro che facciamo e più andremo avanti più saremo vicini a delineare la nostra personalità come fotografi.

Foto di Simon Bray

Foto di Simon Bray

 

< >