Cultor College

 

 

L'autore: Jason Row è un fotografo britannico di viaggio che attualmente vive in Ucraina.

 

Jason Row

 

Potete seguirlo su Facebook o visitare il suo sito, "the Odessa files". Jason gestisce anche un blog che racconta le sue avventure nella ex Unione Sovietica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

La fotografia

 

Fotografia

 

dei grandi fotografi

 


 

 

 

 

Cultor coordina il

Global Cultural Network
che riunisce esperti ed istituzioni internazionali
di tutti i continenti.

 

 

 

 


 

Cultor

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su Photoshop consulta anche:

I filtri di Photoshop: Altro

Modificare una foto in un dipinto cinese
Il futuro: ottimizzazione automatica
Maschere di Contrasto
Gli istogrammi
Postproduzione delle foto di modelle
MichaelO, maestro dell'elaborazione

Maschere di elementi trasparenti

 


 

 

 

 

 

 

File > Automatizza > Merge per HDR Pro:

HDR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine > Regolazioni > Livelli

 

 

 

 

 

 

ombre luci photoshop

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo articolo e le immagini relative non possono essere copiate o riprodotte, senza il permesso del titolare del copyright.
'This article and associated images may not be copied or reproduced elsewhere without the copyright holders permission'.

Copyright 2012 Jason Row ©





Come dar vita, con Photoshop, ad un'immagine piatta

di
Jason Row ©

 

 


 

Una volta o l'altra succede a tutti: si arriva ad una posizione meravigliosa per scoprire che la luce è piatta e poco entusiasmante e quindi le immagini risultanti sono un po' deludenti.
Che cosa possiamo fare a questo proposito?
Ai giorni nostri è abbastanza semplice creare un'immagine suggestiva partendo da qualcosa di abbastanza mediocre.
Tenete a mente, però, che una foto mal composta rimarrà sempre mal composta, perciò se si desidera ottenere un buon risultato si potrà vivacizzare solo un'immagine piatta ma ben composta.
In questo tutorial abbiamo vivacizzato un'immagine scattata in una mattina particolarmente noiosa e piatta a Budapest. Come in molti altri settori del digital imaging, è possibile ottenere risultati migliori utilizzando i file RAW, e il primo passo di questo tutorial è appunto l'elaborazione dell'originale in RAW.

 

Photoshop

Una mattina noiosa a Budapest: scatto originale


Creare un'immagine HDR da un singolo file
Così, la prima tecnica che ci accingiamo a utilizzare è quella che ci permette di creare un'immagine HDR da un singolo file RAW.
Con l'originale aperto in Adobe Camera Raw possiamo vedere che l'immagine è abbastanza piatta e ha poca definizione soprattutto nel cielo, quindi quello che faremo è produrre due file RAW dall'originale.
Il primo sarà l'immagine come è stata scattata, senza regolazioni. Salviamo l'immagine come file TIFF in una cartella di nostra scelta. Ora useremo il cursore esposizione per sotto esporre di uno stop. Poiché i neri sono scivolati un po' fuori dall'istogramma, li porteremo indietro facendo scorrere il cursore nero a destra fino a quando il grafico è completamente all'interno della parte sinistra dell'istogramma.
Ancora una volta, salviamo l'immagine come TIFF. Ora chiudiamo Adobe Camera Raw.

 

 

PhotoshopSviluppo RAW come scattato

 

Photoshop

Sviluppo RAW, sotto di uno stop

 

Ora in Photoshop apriamo lo script HDR da File > Automatizza > Merge per HDR Pro. Selezioniamo i due TIFF che abbiamo appena creato e facciamo clic su OK. Ignoriamo l'avviso sui file RAW, rilevante solo per gli HDR realizzati con immagini multiple.

 

Photoshop

Selezione delle immagini Tiff sviluppate

 

Poiché i metadati di entrambe le immagini sono gli stessi, dobbiamo dire a Pro HDR che una è sotto esposta. Selezioniamo la più scura e cambiamo l'apertura di uno stop in meno, ad esempio da f4 a f 5.6, quindi clicchiamo su ok.

 

Photoshop

Modifica dell'EV

 

In HDR Pro ora facciamo alcune piccole regolazioni, in questo caso non stiamo cercando di creare un'immagine HDR, ma di aumentare un po' la definizione del cielo. Per farlo, portiamo il cursore delle alte luci (Highlight) un po' verso sinistra fino a quando il cielo è un po' più scuro. Ma non dobbiamo esagerare o si inizieranno a vedere problemi nelle zone di alto contrasto. È anche possibile aumentare attentamente il cursore del dettaglio per aggiungere ulteriore definizione a tutta l'immagine, ma dobbiamo evitare di andare oltre + 20%.


Quando siamo soddisfatti del risultato, facciamo clic su ok.

 

Photoshop

Bisogna mantenere leggero l'effetto HDR

 

L'immagine appare già migliorata; ora aggiungiamo un po' di contrasto e vivacità. Per questo ci accingiamo a utilizzare una tecnica cinematografica chiamata "crushing the blacks" che ci consentirà di dare impatto all'immagine.

 

Andiamo a Immagine > Regolazioni > Livelli e dall'istogramma facciamo scorrere il cursore delle ombre (lato sinistro) un po' verso a destra. Non ci spingiamo troppo in là per mantenere ancora alcuni dettagli delle ombre.
Aggiungiamo un tocco in più di contrasto portando il cursore delle alte luci (Highlights) un po' verso sinistra. Anche in questo caso non dobbiamo esagerare. Infine, se necessario, spostiamo il cursore delle tonalità medie per cambiare la densità complessiva dell'immagine.

 

Quando siamo soddisfatti del risultato, facciamo clic su ok.

 

Photoshop

Abbiamo aggiunto un po' di contrasto con i livelli

 

Successivamente utilizzando lo strumento Immagine > Regolazione > Vibrance aggiungiamo un 5-20% di vibrance e un 5-10% di Saturazione.


Poi da Immagine > Adeguamento > Shadow/Highlights impostiamo circa il 5% per ombre e luci.
Siamo arrivati all'ultimo passo, stiamo per aggiungere un cielo graduato per conferire una sensazione di alba all'immagine.
Andiamo a Livello > Nuovo livello, diamo un nome al nuovo livello e clicchiamo su OK.
Selezioniamo lo strumento sfumatura, dalla casella degli strumenti, quindi facciamo clic sull'Editor delle Sfumature (Gradient Editor) in alto a sinistra dello schermo.
Selezioniamo il filtro di densità neutra e quindi facciamo clic sulla casella del colore nella parte sinistra, in basso, della casella sfumatura. Selezioniando colore si aprirà la tavolozza dei colori. Stiamo cercando di cambiare il colore in un rosso/arancione simile ad un cielo all'alba.

 

Photoshop

L'editor del gradiente

 

Photoshop

Selezioniamo un colore per il cielo

 

Con lo strumento sfumatura selezionato, tracciamo la sfumatura dall'alto verso il basso sul nuovo livello. Impostiamo la modalità di fusione del livello in Overlay (Sovrapposizione) e ora avremo un cielo albeggiante che renderà piacevole la nostra immagine. È possibile effettuare cambiamenti sottili del filtro graduato utilizzando i controlli dei livelli per schiarire o scurire l'effetto del filtro sull'immagine.

 

Photoshop

Misceliamo il gradiente con Sovrapponi

 

Una volta che siamo soddisfatti del risultato compattiamo l'immagine e la salviamo.

 

Photoshop

Il risultato finale

 

 


 

Dello stesso autore consultate:

Guida per ottenere il massimo da Photoshop

 

< >