La creatività in fotografia: I consigli di David Otokpa
Logo Cultor

 

L'autore: David Otokpa è un fotografo pluripremiato, nato in Nigeria, che ha studiato design ed ingegneria in Michigan, USA. Attualmente vive e lavora a Londra, dove ha conseguito il First Class Honors in comunicazione visiva.


Le sue mmagini trasmettono un messaggio coinvolgente di alto impatto che lascia un'impressione durevole nella mente degli spettatori.


 

 


Cultor coordina il

Global Cultural Network
che riunisce esperti ed istituzioni internazionali
di tutti i continenti.


Cultor
nel
2013


La Fotografia
vista e spiegata dai
più importanti
fotografi internazionali

fotocamera


L'inchiesta di Cultor
citata dai Musei Vaticani


Aggiornatevi sulle ultime novità
di Cultor
sulla pagina Facebook

Facebook


Cultor fa parte di


Saggi di Cultor
sulla composizione artistica
in fotografia
:

I segreti per realizzare
ritratti da copertina

di Julia Kuzmenko McKim

La ballerina
monocromatica

di Nico Socha

Composizione fotografica:
la teoria della Gestalt

di Michael Fulks

Composizione fotografica:
i pesi visivi

di Julie Waterhouse

Composizione fotografica:
rompere le regole!

di Gloria Hopkins

Fotografia: la composizione
di Geoff Lawrence

La Composizione fotografica
di Roie Galitz

Sezione aurea, composizione
e griglie in fotografia

di Dmitry Zhamkov

Composizione ed elementi
di Visual Design in Fotografia

di Robert Berdan


Leggi anche gli studi di Cultor:

Il ritratto dei coniugi Arnolfini
di Jan Van Eyck

Una questione di prospettiva:
Van Gogh e Durer

di Jonathan Lopez

I colori delle Cattedrali
di Claude Monet

a cura di Gabriel Fernandez

Studi Cultor
sul Colore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Questo articolo e le immagini relative non possono essere copiate o riprodotte, senza il permesso del titolare del copyright.
'This article and associated images may not be copied or reproduced elsewhere without the copyright holders permission'.

© 2014 David Otokpa

 

 

La creatività in fotografia:

I consigli

di David Otokpa ©


Il noto fotografo David Otokpa condivide, con i lettori di Cultor, alcuni suggerimementi
dettati dalla sua esperienza nel campo della fotografia Beauty:
"Vorrei che tutti noi pensassimo un po' più a cosa stiamo fotografando,
così ho intenzione di proporvi alcuni rapidi consigli che, lavorando, ho trovato utili".


Sfondi da sogno - Controllo della profondità di campo con i diaframmi

Livello di abilità: intermedio ad avanzato.

In questa pagina vorrei parlare dell'uso dell'apertura.

Siete già consapevoli che il diaframma può essere utilizzato per controllare l'esposizione in un'immagine, adesso cerchiamo di approfondire il termine "profondità di campo".

Profondità di campo è la distanza, davanti e dietro al soggetto messo a fuoco, che appare nitida.
La zona a fuoco sarà 1/3 di fronte e 2/3 dietro il punto focalizzato.

Quante volte avete visto immagini dove la persona o l'oggetto è a fuoco e tutto il resto dietro è sfocato o fuori fuoco?

In termini semplici, ecco come si può fare:

Se si imposta il diaframma su un valore basso (ad esempio, f 1.4, 2.8 o 3.5), avremo uno sfondo molto più sfocato o fuori fuoco rispetto ad un'impostazione maggiore (es. f, 16 o 22).

E questo è tutto. Ora vediamo la pratica. :-)

Alcuni consigli prima di partire

1) La prima cosa da ricordare è che quanto minore sarà l'apertura tanto più piccola sarà la profondità di campo, così in una foto di gruppo si deve stare attenti al fatto che la persona al centro sia a fuoco, mentre tutti gli altri siano fuori fuoco.

2) Non tutti gli obiettivi hanno la possibilità di scendere a valori bassi come 1.4 o 2.8.

3) In realtà il fuori fuoco in un'immagine dipenderà non solo dall'apertura, ma pure dalla lunghezza focale.
Vuol dire che un obiettivo con lunghezza focale a 200 e f 3.5 avrà più aree sfocate che uno di 50 e f 3.5.

Immagine beauty da un progetto di moda di Hannah Brewster.
Trucco di Mr Gorgeous e acconciatura di Deanne Chandler


La disposizione delle luci

Vediamo ora un ritratto scattato in studio con il prospetto delle luci usate per realizzarlo

Ecco, qui sotto, un'immagine per una pubblicità di jeans.
Impostazioni della fotocamera: ISO 200, f/6.3, 1/160 e una lunghezza focale di 150,0 mm.

2 luci. Una griglia per lo sfondo (a sinistra della fotocamera e dietro la modella) e un softbox quadrettato (a destra della fotocamera e accanto alla modella)

 


5 suggerimenti per realizzare ritratti migliori

1) Composizione: Quando si inizia, è molto allettante, voler mettere quello che state fotografando al centro dell'immagine. Provate invece a spostare la persona verso un lato dell'inquadratura. O leggermente a sinistra o a destra della foto. Sperimentare un po' e vedete cosa funziona meglio.

2) ATTENZIONE: Si dice spesso che gli occhi sono le finestre dell'anima. Nel lavoro di ritrattistica, dove gli occhi possono essere visti bene, assicuratevi che siano perfettamente a fuoco. Questo è molto importante.

3) Prospettiva: Cercate di fotografare i soggetti al livello degli occhi. Se siete più alti del soggetto, piegatevi, fino a che l'obiettivo è all'altezza degli occhi; se siete più bassi, fatelo sedere o usate qualcosa per rialzarvi.

4) Sfondo: È molto facile concentrarsi solo sulla messa a fuoco del soggetto, ma ricordatevi di considerare bene gli sfondi. Uno sfondo che distrae l'occhio può rovinare l'immagine facilmente. Evitate i pali e tutte le altre cose che possono spuntare dietro orecchie e teste.

5) Dimensione: Mentre di solito in un ritratto compaiono viso, collo e spalle, non abbiate paura di riempire il fotogramma solo con il viso del vostro soggetto. Alcune persone hanno caratteristiche particolari che colpiscono, in questo caso va bene includere solo gli occhi e il naso.

Queste non sono regole, sono solo linee guida per iniziare a realizzare ritratti fotografici.

Ecco uno scatto beauty, fatto tenendo in considerazione alcuni dei suggerimenti di cui sopra. Tutte le distrazioni sono state rimosse per lasciare solo il volto al centro dell'attenzione.

CB Dinah