Le basi dell'esposizione in Fotografia: La regola Sunny f/16
Logo Cultor

 

L'autore: Christopher Dodds è uno dei primi membri dei Canon Northern Explorers of Light che riunisce i migliori professionisti del nord America, per agevolare la diffusione e l'apprendimento delle tecniche specialistiche.

Christopher Dodds vive vicino a Montreal, in Canada, dove fotografa la natura e la fauna selvatica dal 1985.
Dal 2001 insegna in workshop fotografici & Safari.
Il suo blog è diventato famoso per le sue immagini spettacolari ed ora è un punto di riferimento fisso per chi cattura le immagini della natura in giro per il mondo.


Cultor coordina il

Global Cultural Network
che riunisce esperti ed istituzioni internazionali
di tutti i continenti.


Cultor
nel
2013


La Fotografia
vista e spiegata dai
più importanti
fotografi internazionali

fotocamera


L'inchiesta di Cultor
citata dai Musei Vaticani


Aggiornatevi sulle ultime novità
di Cultor
sulla pagina Facebook

Facebook


Cultor fa parte di


Sullo stesso argomento
leggi anche:
La regola "Sunny F/16"
di Mira Crisp

Saggi di Cultor
sulla composizione artistica
in fotografia
:

I segreti per realizzare
ritratti da copertina

di Julia Kuzmenko McKim

La ballerina
monocromatica

di Nico Socha

Composizione fotografica:
la teoria della Gestalt

di Michael Fulks

Composizione fotografica:
i pesi visivi

di Julie Waterhouse

Composizione fotografica:
rompere le regole!

di Gloria Hopkins

Fotografia: la composizione
di Geoff Lawrence

La Composizione fotografica
di Roie Galitz

Sezione aurea, composizione
e griglie in fotografia

di Dmitry Zhamkov

Composizione ed elementi
di Visual Design in Fotografia

di Robert Berdan


Leggi anche gli studi di Cultor:

Il ritratto dei coniugi Arnolfini
di Jan Van Eyck

Una questione di prospettiva:
Van Gogh e Durer

di Jonathan Lopez

I colori delle Cattedrali
di Claude Monet

a cura di Gabriel Fernandez

Studi Cultor
sul Colore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Questo articolo e le immagini relative non possono essere copiate o riprodotte, senza il permesso del titolare del copyright.
'This article and associated images may not be copied or reproduced elsewhere without the copyright holders permission'.

© 2014 Christopher Dodds

 

 

Le basi dell'esposizione in Fotografia:

La regola Sunny f/16

di Christopher Dodds ©




Il noto fotografo Christopher Dodds condivide, con i lettori di Cultor, alcuni suggerimenti
dettati dalla sua esperienza nel campo della fotografia naturalistica.
"Come istruttore e responsabile di safari fotografici, mi piace condividere quello che ho imparato ed è veramente meraviglioso vedere progredire chi vuole migliorarsi, riuscendo a creare immagini di grande impatto visivo".



 

 

Civetta delle nevi - Bubo scandiacus (Harfang des neiges) Casselman, Ontario. © Christopher Dodds.
Canon EOS 1DsMKII, 500mm F4, ISO 400 f 5.6 1/1600s modalità manuale. Full Frame. Nella tabella qui sotto (nella colonna nuvole luminose) mostra che l'esposizione corretta è ISO 400 F/11 @ 1/400s. Ho scelto di congelare il movimento utilizzando una velocità di scatto superiore, così ho usato l'esposizione equivalente di ISO 400 F/5.6 @ 1/1600 di secondo. Sapevo anche che dovevo aspettarmi meno dettaglio nella neve e nelle piume bianche, perché non c'erano ombre per aiutare a definirli.

"Cosa stai fotografando lì, Dodds?" era la domanda che sentivo lavorando nel paesaggio del New Mexico che usavamo come set per fotografare le oche delle nevi e la gru di Sandhill, circa un anno fa.
"Che esposizione hai impostato Dodds?"
era la domanda dallo stesso fotografo, più recentemente. Non voglio mettere in imbarazzo nessuno, quindi non farò nomi. Penso veramente che lui sia un fotografo di grande talento. Non per nulla è stato ampiamente pubblicato, ma è anche il primo ad ammettere di non conoscere veramente a fondo tutte le cose "tecniche"... e dalle sue domande si comprende come il suo interesse per la parte tecnica, con l'esperienza, sia aumentato.

La singola abilità più importante che un fotografo dovrebbe avere è una conoscenza di base dei fondamenti della fotografia. Lo strumento più importante e, al tempo stesso, l'aspetto meno compreso della fotografia, è la teoria dell'esposizione. Ho imparato la fotografia con una macchina totalmente manuale e usando pellicola per diapositive (ormai sembra tanto tempo fa), dove era necessaria una buona conoscenza di base per ottenere immagini di successo.

Domanda: Perché perdere tempo quando posso mantenere le cose semplici per scattare una foto, controllare l'istogramma e apportare successivamente le eventuali modifiche necessarie?

Risposta: Perché avere una conoscenza approfondita della teoria dell'esposizione e delle funzioni e dei comandi della fotocamera aiuta a crescere e migliorare come fotografi, consentendo di impostare settaggi migliori e, di conseguenza, ottenenere migliori immagini.

A questo proposito, per quanto riguarda l'esposizione, la formula più semplice, la regola "Sunny F/16" afferma: in un giorno luminoso, soleggiato, l'esposizione corretta per qualsiasi soggetto di tono medio è F/16 alla velocità dell'otturatore più vicina al reciproco della velocità pellicola. Ad esempio:

 

ISO 100 = 1/100 secondo @ F/16

ISO 200 = 1/200 secondo @ F/16

ISO 400 = 1/400 secondo @ F/16

ISO 800 = 1/800 secondo @ F/16

 

Ora che abbiamo stabilito la corretta esposizione, è il momento di decidere se abbiamo bisogno di maggiore profondità di campo o più velocità dell'otturatore. Ogni spostamento verso l'alto, o verso il basso, di una variabile rappresenta un raddoppio o dimezzamento, di qualsiasi altra variabile. Così se ho bisogno di più velocità dell'otturatore di 1/100 di secondo @ F/16 (ISO 100), un'esposizione equivalente sarebbe: ISO 100 1/1600 secondo @ F/4.

 

 

Questo diagramma illustra le esposizioni equivalenti per ISO 100 e 200. Ogni impostazione qui sopra permetterà alla stessa quantità di luce di colpire il sensore delle fotocamere digitali o le pellicole analogiche. L'esposizione è la stessa, con l'unica differenza nella velocità dell'otturatore (per congelare o applicare della sfocatura) o la profondità di campo (molto stretta per sfocare lo sfondo, o molto grande per catturare un intero paesaggio in modo definito e tagliente).

Ma aspettate! Stanno arrivando le nuvole. Ora che cosa si fa? La regola Sunny F/16 è per la corretta esposizione ambientale di un soggetto medio, in condizioni di sole luminoso. Se il sole va dietro una nuvola, la luce che cade sul soggetto diminuisce e si deve fare un adeguamento alle impostazioni dell'esposizione di base. Qui ci sono alcune impostazioni di apertura per alcune situazioni di luce differenti:

 

 

Questo è inteso come punto di partenza, quindi ci sono delle eccezioni. Retroilluminazione o luce laterale richiedono entrambe regolazioni per ottenere l'esposizione corretta. Con la fotocamera digitale è una buona idea esporre a destra, compensando secondo le condizioni; infatti il 50% dei dati registrati viene registrato nel quinto destro (o 20%) dell'istogramma delle fotocamere digitali. Con soggetti molto luminosi, in condizioni di luce forte, ordinariamente si sottrae luce per non bruciare i punti più in luminosi. Con soggetti molto scuri o neri, tendo ad aggiungere luce per massimizzare il dettaglio registrato.

 

Notate le impostazioni per la foto della civetta delle nevi: ISO 200 F9 secondo 1/1600 = F22 200 ISO 1/1250 di secondo (o regola Sunny F/16 per luce sabbia o neve) meno 1/3 di stop per preservare tutti i dettagli nei bianchi senza clipping (o perdere) tutti i dati.

Suona complicato, ma se impiegate un po' di tempo lavorandoci sopra, sarete in grado di ottenere scatti accurati e consistenti. Per non parlare di quanto impressionerete i ragazzi (o le ragazze) quando si sta tutti insieme in attesa dello scatto o quando si parla di fotografia.

Se possedete un iPhone o iPod touch, è disponibile, per $1.99, un'applicazione molto utile, chiamata Exposure Calc. L'ho appena trovata, mentre scrivevo questo post, e penso che sia un buon aiuto per l'apprendimento e un utile riferimento da tasca.


In ogni caso potete provare ad effettuare uno scatto di prova, controllare l'istogramma, modificare le regolazioni e fare un altro scatto di prova; il procedimento può continuare finchè vi divertite e siete interessati ad acquisire l'immagine perfetta.