Arte e Tecnica della Fotografia - Come ottenere il meglio fotografando in viaggio - di Dzvonko Petrovskyz
Logo Cultor

 

L'autore: Dzvonko Petrovski è un fotografo professionista macedone, noto internazionalmente per i suoi scatti e per i suoi tutorials.

 

 

 

 

Cultor coordina il

Global Cultural Network
che riunisce esperti ed istituzioni internazionali
di tutti i continenti.



Cultor
nel
2013


La Fotografia
vista e spiegata dai
più importanti
fotografi internazionali

fotocamera


L'inchiesta di Cultor
citata dai Musei Vaticani


Aggiornatevi sulle ultime novità
di Cultor
sulla pagina Facebook

Facebook


Cultor fa parte di



Saggi di Cultor
sulla composizione artistica
in fotografia
:

I segreti per realizzare
ritratti da copertina

di Julia Kuzmenko McKim

 

Fotoritocco
linee guida e considerazioni

di Brock McFadzean

Trucco
Make UP digitale

La ballerina
monocromatica

di Nico Socha

Composizione fotografica:
la teoria della Gestalt

di Michael Fulks

Composizione fotografica:
i pesi visivi

di Julie Waterhouse

Composizione fotografica:
rompere le regole!

di Gloria Hopkins

Fotografia: la composizione
di Geoff Lawrence

La Composizione fotografica
di Roie Galitz

Sezione aurea, composizione
e griglie in fotografia

di Dmitry Zhamkov

Composizione ed elementi
di Visual Design in Fotografia

di Robert Berdan


Questo articolo e le immagini relative non possono essere copiate o riprodotte, senza il permesso del titolare del copyright.
'This article and associated images may not be copied or reproduced elsewhere without the copyright holders permission'.

© 2014 - Dzvonko Petrovski

 

Arte e Tecnica della Fotografia

Come ottenere il meglio
fotografando in viaggio


di Dzvonko Petrovski


Il noto fotografo macedone propone sette utili consigli per poter scattare al meglio
quando si viaggia con un gruppo di persone



Siamo stati tutti in viaggio, in qualche posto nuovo ed affascinante, e abbiamo cercato di documentare ogni cosa con i nostri scatti. Ma non sempre questo si realizza come vorremmo, perché siamo troppo eccitati nel tentativo di inquadrare tutto, pur essendo pressati dalle persone che viaggiavano con noi o dalla guida del tour. Così raramente si ha il tempo di scattare foto perfette. Beh, capita sempre così, allora cosa si può fare?



Ora blu e luci del traffico ad Amsterdam

1. Ricerca. Innanzitutto, prima di fare il viaggio, è bene fare un po' di ricerca, esaminando le foto di altre persone, che hanno già visitato le località dove andremo. Questo al fine di conoscere meglio i luoghi e di essere in grado di pianificare un po' già prima di arrivarci.

2. Idee. Programmate quello che volete fare in anticipo. Questo vi aiuterà a scattare di meno, ma meglio. In questo modo sarete in grado di godere di quello che vedete, percepire l'atmosfera e realizzare una discreta quantità di immagini.


Sentieri di luce dalla metropolitana e le auto che portano al Trionfale

3. Meno è meglio. Quando si ha l'idea di ciò che si vuole, e quando hai esplorato un po' le località via internet e i lavori di altri fotografi, si sarà in grado di scattare meno, e fotografare qualcosa che non è stato scoperto prima. In questo modo, si scatta di meno e si aumenta la qualità.

4. Attrezzatura. Qualcuno vi dirà che avete una buona attrezzatura e che v conviene portare tutto quello che avete. Beh, non posso essere d'accordo. Sì, se si dispone di tutta l'attrezzatura, probabilmente si hanno più opzioni tra cui scegliere. Ma ne è valsa la pena? Questo vorrà dire che avrete bisogno di trascinarvi dietro un bel peso ingombrante e scomodo, oltre alle altre cose di cui avete bisogno. Quindi avrai molto più peso sulla schiena, il che significa che sarai stanco e demotivato più velocemente del solito e ciò avrà un impatto sulla tua esperienza e sulla tua creatività e lo si vedrà nelle tue foto. Inoltre più cose si portano, maggiore sarà la probabilità di furti, danneggiamenti o smarrimento, dal momento che non si può tenere d'occhio tutto.
Io consiglio di portare un corpo macchina, uno o due lenti al massimo, e un piccolo treppiede. Si deve anche tenere a mente che si potrebbe non avere accesso a fonti di energia, in modo da ricaricare le batterie, perché non c'è niente di peggio di avere la batteria scarica quando ci si trova davanti ad uno scenario stupendo. Così portatevi delle riserve.


Un bel tramonto sulla spiaggia di Nizza.

5. Niente post produzione. Attenzione, non sto dicendo che è necessario evitare l'elaborazione delle immagini, piuttosto il contrario. Ma lasciate questa parte importante a quando tornerete a casa. Il tempo speso in post produzione, quando si viaggia, è tempo che porterete via alla vostra esperienza di viaggio e anche la qualità della lavorazione sarà influenzata dalla stanchezza e dalla fretta. Quindi fate la post produzione a casa e godetevi il viaggio.

6. Prova di funzionamento. Fate un giro di prova, prima di partire, nella vostra città, proprio come se foste un turista. Fingete di essere in viaggio e cercate di scoprire quali sono le cose più importanti. In questo caso portate tutta l'attrezzatura con voi. Fatelo un paio di volte e scoprirete quello che usate di più e che vi è più utile da portare in viaggio.

7. Lasciate che i vostri compagni di viaggio sappiano quello che fate. Spiegate che cosa avete intenzione di fotografare. Magari susciterà il loro interesse e questo vi darà più tempo per scattare. In ogni caso fate loro sapere di quanto tempo avete bisogno, così si riduce la tensione e magari potrete anche coinvolgerli. Inoltre, siate solidali: se vi chiedono una foto o due, scattatele e condividetele, magari prendete voi questa iniziativa, servirà a migliorare l'atmosfera nel gruppo.

Tutto quello che ho scritto in questo articolo si applica soprattutto per le persone che vogliono realizzare buoni scatti viaggiando con un gruppo.. Se avete la possibilità di viaggiare soli allora probabilmente sarete in grado di portare con voi tutto quello che volete e di lavorare tranquillamente con i vostri tempi.